La nuova frontiera del lusso è indossare il “bugnato” di Luciano Fochini per Zero43.


Siamo abituati a collocare e a definire, sia nel nostro immaginario e sia realisticamente, che il mondo dei gioielli possa appartenere solo a quell’elitario gruppo di maison; quelle maison famose da sempre anche in un angolo sperduto della Terra; maison che amiamo e sono nei sogni di ogni donna, ma che ormai, a mio parere, sono vittime del loro stesso marchio nel quale ostentano quella esclusività che purtroppo è andata perduta, riducendosi e banalizzandosi con la serialità. “Banale” e “seriale” sono i termini che da questo istante possiamo, felicemente, abbandonare sostituendoli con “esclusivo“, “unico” e “ricercato“, perché nel cuore di Roma, tra Largo Argentina e il Ghetto Ebraico, precisamente in PiazzaCostaguti, 10, il 25 giugno ho avuto il piacere di partecipare all’inaugurazione del nuovo showroom del brand Zero43 e l’onore di conoscere, personalmente, la mente creativa del marchio: il designer Luciano Fochini.

Durante uno shooting, a cui ho collaborato, ho avuto modo di conoscere e di innamorarmi dei gioielli di Zero43, nell’immediato ho notato un’attenzione dell’uso dei materialie una costante ricerca, visibile nei riferimenti storico-artistici, una collezione dal sapore medievale non solo ricordandomi corone, bracciali e monili vari, ma anche chiari accenni agli strumenti di tortura usati in quel periodo, come ilbracciale-manette bubble. Ma anche i bracciali dedicati alla regina Marie Antoniette, accessori che riecheggiano il lusso alla corte di Versailles, ma con rimandi all’arte classica nelle pose e nella creazione di cammei.

Molti i personaggi famosi, amici del designer, hanno partecipato alla serata, tra cui l’attrice, testimonial dell’evento, Eleonora Albrecht, splendida nell’acconciatura creata dall’Hair Stylist Alessandro Messina e con gliorecchini Zero43, il tutto curato dalla Stylist Luciana Potito. Nella collezione presentata in occasione dell’inaugurazione del nuovo showroom, l’attenta ricerca ha portato Luciano ad ispirarsi al bugnato. Il bugnato è una tecnica muraria ottenuta con le bugne, cioè pietre che sporgono uniformemente dalla superficie del muro, questa tecnica conosciuta già nell’antichità è stata rivalutata nel rinascimento, ma fu motivo ricorrente anche nelle costruzioni neoclassiche e nell’Ottocento. Si distinguono varie forme di bugne, ma quella più interessante e sulla quale Luciano ha preso spunto per i gioielli Zero43 è il “bugnato a punta di diamante“, difatti è stato impossibile non ricordare guardando le sue creazioni il Palazzo dei Diamanti di Ferrara, palazzo simbolo di questa opera di muratura. Le creazioni Zero43 fanno parte di una collezione raffinata,dettagliata e colta, dal chiaro riferimento storico-artistico, con rimandi che abbracciano l’antico e il contemporaneo, ma nello stesso tempo è anche una collezione innovativa, dove il “bugnato a punta di diamante” viene pensato per essere indossato, il tutto impreziosito da pietre preziose o semi-preziose. La nuova frontiera del lusso è Zero43.

Sito Internet: http://www.zero43.com

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/zero43/213131087951?fref=ts

Edited by Silvia Berardi – So stylish S by S

http://sostylishsbys.wordpress.com/2014/07/08/la-nuova-frontiera-del-lusso-e-indossare-il-bugnato-di-luciano-fochini-per-zero43/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...