Il caso: “Bikini Bridge” o allarme pro Ana?


La fotografia è diventata, ormai, all’ordine del giorno.

Fotografia di moda, fotografia storica, artistica, di tendenza o semplicemente fotoricordo.
Ogni buon smartphone-dipendente ne scatta a centinaia, dalle foto in stile Instagram – colazioni, pranzi e cene in primis, seguono le foto outfit o quelle selfie, l’autoscatto per eccellenza – a quelle di monumenti, musei, capitali europee o ancora a quelle in discoteca e con gli amici.
Sembra che non possiamo vivere senza “scattI”…del resto la vita di tutti i giorni è un continuo “scattARE” per svegliarci o per prendere l’autobus.

Quello che, però, sembra essere una divertente mania, a volte può diventare un piccolo campanello d’allarme.
Mi riferisco, in questo caso, alla BIKINI BRIDGE mania.

C’è chi la definisce una “sciocca mania” e chi “un esempio lampante di pro anoressia/bulimia“.
Contrariamente a chi pensa siano solo foto frivole, una gara a chi esibisce il ventre più piatto o le ossa più sporgenti,spesso c’è di più.

C’è il disagio di ragazze che dietro una “foto frivola” vogliono dichiarare di essere magre, come o più delle modelle diVictoria Secret, di poter sfoggiare fisici asciutti, a volte troppo asciutti.
Voglio attirare lo sguardo del ragazzo lontano o dell’amica distratta o di chi ha alluso a quel pò di pancia in più.

Non è tutto oro quello che luccica e, purtroppo o per fortuna, ho avuto il piacere/dispiacere di parlare con queste ragazze, durante un incontro in una clinica specializzata di Roma.

Siamo tutte persone fragili, chi per un motivo, chi per un altro, c’è chi riesce a mascherare il tutto, chi si nasconde dietro finti sorrisi e “Sto bene!”, c’è chi riesce ad ammetterlo e confidarsi con i genitori o le amiche, chi non ha il coraggio di aprire gli occhi e chi costruisce un muro.

Per quanto mi riguarda, è irriverente vedere le foto delle celebs su instragram, ma la cosa DEVE finire qui, perchè va bene anche la dieta per mantenersi in forma e in salute, ma alla fine cosa ci resta?
Nulla!

Non vale la pena crearsi sciocche pressioni psicologiche, dopotutto, per quanto l’aspetto fisico e l’opinione sia ormai di dominio pubblico, credo e sono fermamente convinta che se nella testa non hai idee, ideali, intelligenza e cultura, potrai avere il migliore “bikini bridge” del mondo, ma resterai solo una Barbie, che tutti additeranno come frivola.

Edited by Angela Argirò

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...