PITTI IMMAGINE 2014: MEN IN SUITS


Chiusa l’85esima edizione di Pitti uomo si tracciano le linee e si sprecano i commenti su ciò che si è visto e quali saranno le tendenze del prossimo autunno inverno; mille le idee ed i modi di interpretare questo periodo non certo florido per il settore ma che ancora crede nonostante tutto che il made in Italy non morirà e sarà invece un punto di forza per ripartire.
Dal mio punto di vista è stata una edizione abbastanza sottotono, molte le presenze ma sicuramente inferiori alla scorsa edizione, milioni di stravaganze ma molto spesso non legate ad un filo conduttore unico, grandi rivisitazioni per non rischiare di perdere quote di mercato da parte dei grandi brand, immense palette di colori per dare una speranza a questo uomo metropolitano che non sa bene che direzione prendere.
Non vorrei soffermarmi più di tanto nel descrivervi cosa hanno proposto i vari brand ma descrivervi ciò che mi ha colpito di più passeggiando per le varie sale ed osservando i look degli addetti ai lavori che dettano tendenza molto più delle aziende stesse ed è stata la presenza massiccia ed indiscussa del check suit.

foto 2 foto 3

 

 

 

 

 

 

 

 

Schiere di managers, buyers, bloggers, stylist o più semplicemente curiosi sono arrivati al Pitti vestiti di tutto punto con il loro abito sartoriale perfettamente sagomato, fit extraslim e fabric che spaziavano dal macrocheck inglese in flanella alla lana o cachemire. Non è certo una cosa particolarmente strana vedere un uomo indossare un abito a quadri ma credetemi incrociare queste personalità di tutte le età e a volte fisicamente non perfetti indossare questi suit extraslim con macrocheck dai colori che spaziavano dal beige/rosso al verde/viola al grigio chiaro/arancione un certo effetto lo facevano; molto spesso viaggiavano a coppia entrambi con lo stesso look ma a colori differenti! Non so se questo sarà il trend del prossimo inverno ma se posso dire la mia consiglierei a chi vuole seguirlo di spezzare il tutto ovvero indossare la giacca macrocheck con un pantalone a tinta unita neutro non facendo troppa attenzione che sia abbinato perfettamente visto che il trend è mischiare toni e colori completamente diversi e apparentemente non abbinabili, lo stesso vale per il pantalone a grandi quadri che potete abbinare ad un collo alto nero o grigio oppure ad un doppipetto in maglia.

foto 5 foto 4

 

 

 

 

 

 

 

Un discorso a parte va fatto per un brand che da sempre è simbolo di italianità e savoir faire ovvero Brunello Cucinelli; lo stand grandissimo all’interno del padiglione principale era sempre pienissimo di gente, gli orientali facevano la fila per entrare innamorati della qualità dei tessuti e la grande sartorialità che contraddistingue questo marchio; ho trovato la collezione intelligente, senza eccessi ma pur sempre riconoscibile, completamente intercambiabile per un uomo che vuole farsi notare senza ricorrere ad artifici; i prezzi? Inavvicinabili quindi mi limiterò a guardarla li appesa sullo stendino del negozio…..

foto 6 foto 7

 

 

 

 

 

 

Edited by Luca Bertollo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...