Trend alert: profondo blu


Pronti ad immergervi nel “Profondo Blu”, del documentario di Andy Byatt e Alastair Fothergill? Nuance scure scurissime: blu navy, ma anche indaco e cobalto lo rivelano il colore più versatile di stagione.

Il nero – il non colore più abusato della scala cromatica – in tutte le salse, si presta al dualismo che rimanda ad atmosfere notturne. Bastano pochi accorgimenti: si evitano ensemble troppo in contrasto e si scelgono i toni di blu dai riflessi più brillanti. La gamma può cambiare intensità a seconda del tessuto sul quale è declinata, è perciò necessario scegliere sempre la sfumatura e calibrare la sovrapposizione ton-sur-ton. Quindi, la scelta della consistenza dei materiali è determinante quasi più della scelta della tonalità del blu. Non deve essere acceso come nel caso del blu elettrico, anzi. Ora la tendenza vuole unita al nero una nuance di blu molto molto scura.

La moda sdogana il cliché che vuole il blu e il nero nettamente distinti. Li amalgama e li armonizza in una combinazione funzionale ma classy. I colori must della stagione A/I: il blu e il nero, i colori della notte, celebrati come protagonisti nelle collezioni delle più famose maison non prevedono regole ferree, né teorie universali: superata la scuola di pensiero che per anni ha criticato l’abbinamento blu/nero gridando all’eresia, attualmente il mix viene adottato dall’intero settore moda, crescendo a vista d’occhi e rivelandosi un fenomeno inarrestabile. Dopo aver invaso le passerelle internazionali – da Parigi a New York, passando per Londra e Milano – ora occupa in modo preponderante le vetrine delle boutique.

Un connubio in grado di esprimere classe ed eleganza, se realizzato in tinta unita e tessuti pregiati, l’abbinamento da origine ad outfit particolarmente sofisticati, essenziali, asciutti e rigorosi. Capi blu, valorizzati da strati neri, e grafismi bicolore delle due non-tinte più famose dominano le collezioni dei nomi celebri della moda tra cui Saint Laurent e Comme des Garçons. I due colori rivelano, oltre all’anima minimale e sofisticata il proprio mood punk-rock se applicati al tartan scozzese, al tweed, al pied-de-poule o al gessato. Poi, che si tratti di mini o maxi-dress, di cappotti avvolgenti o di accessori speciali, il blu crea un look che non passa inosservato, anche solo con piccoli tocchi capaci di dare un twist ad outfit low profile e basic.

Non occorre aggiungere altro, se non l’inevitabile consiglio: perdetevi… nel blu!

Edited by Aglaia Restuccia

1 2 4 5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...