Paris Fashion Week: l’addio dark di Marc Jacobs per Louis Vuitton


182632208_10SmallQuando pensiamo alle Fashion Week non possiamo non lasciarci invadere dall’ovvio immaginario fatto di sfilate scenografiche, le luci abbaglianti dei flash dei fotografi, gli abiti epici e i designer dallo stile provocatorio, anche perché questo è quello che vediamo e percepiamo nell’immediato. Le settimane delle moda sono anche caratterizzate da sfilate “nì” e da designer che reinterpretano così tanto lo stile delle maison al punto da estremizzarle e non riconoscere più il vero DNA del marchio. Inoltre, ci sono quelle sfilate che già prima di assistere all’evento sai già che sarà un show, sfilate irripetipili e indimenticabili che oltre ad annunciare nuove tendenze sono precedute da rumors, quei rumors che si concludono con la parola “addio” e che cambieranno il corso della storia della maison e della moda. Questo è quello che è accaduto nella Paris Fashion Week sulla passerella di Louis Vuitton, l’ultimo fashion show che porta la firma di Marc Jacobs, direttore creativo della maison. Episodio che, personalmente, mi ha riportato alla mente l’ultima indimenticabile sfilata firmata Tom Ford per Gucci, nel marzo del 2004, un Ford che uscì, al termine dello show, sulla catwalk inondata di petali bianchi e sulle note di “Nothing Compares to You” di Sinead O’Connor, con un bicchiere tra le mani e visibilmente commosso. Momento storico per la maison e non solo.

Come storica e toccante è stata l’ultima sfilata di Marc Jacobs per Louis Vuitton. Il sodalizio tra il designer Jacobs e il marchio, che fa parte della holding francese LVMH, è durato 16 anni, caratterizzato da innumerevoli successi, portando, ma soprattutto riuscendo, grazie al suo genio, ad affermarsi nel panorama della moda a livello globale. Inoltre, ha portato nella moda il concetto moda-arte, creando ottime sinergie e collaborazioni con artisti come: Takashi Murakami, Yayoi Kusama e molti altri. Collaborazioni che hanno dato vita a borse, le quali sono divenute dei veri e proprio fenomeni globali sia nel campo della moda che nell’arte.

I mezzi illimitati di Arnault, presidente della LVMH, hanno permesso a Marc Jacobs di creare, negli anni e anche per questa occasione, sfilate di memorabile teatralità. In questo ultimo fashion show, tenutosi al Cour Carrée del Louvre, elementi di passate scenografie si sono mescolati e reinterpretati lasciando spazio al nero, per dar vita ad uno show, decisamente, dark lasciando il pubblico estasiato.

La collezione, per la prossima spring-summer 2014, è aggressiva e determinata per le giacche da biker di struzzo e i pantaloni da smoking con inserti laterali in piume, ma è anche sensuale e romantica per gli abiti con perline e piume o in visione impreziositi da gioielli e i jeans arricchiti dal tulle. Tutte le modelle, sulla catwalk, indossano imponenti copricapi di piume di struzzo, questo perché Jacobs dichiara che la collezione è dedicata alle “showgirl” e alle donne che lo hanno ispirato durante la sua carriera, da Sofia Coppola a Liza Minnelli, da Madonna a Lady Gaga.

Si conclude così la storia di Marc Jacobs con Louis Vuitton: un addio struggente in una sfilata colma di ricordi.

A succederlo ci sarà Nicolas Ghesquière, ex direttore creativo di Balenciaga, che debutterà con la sua prima collezione, autumn-winter 2014/2015, per la maison LV, nel marzo del 2014.

Edited by Silvia Berardi

Vuitton-RS14-0390_main_image_defile Vuitton-RS14-0561_main_image_defile Vuitton-RS14-0427_main_image_defile Vuitton-RS14-0203_main_image_defile Vuitton-RS14-0158_main_image_defile

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...